Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Al Padova il triangolare di Colorno

image

Si chiude con due sconfitte il primo trofeo Sostegno Ovale dell’HBS Colorno che è stato battuto nelle due sfide da 40 minuti dall’Accademia Nazionale e dal Petrarca Padova. La prima sfida ha visto un XV molto giovane tenere bene il campo contro la selezione federale guidata dall’ex Prestera, con un ottimo finale di gara in netta crescita che poteva anche invertire il punteggio finale. Test fisico e svolto con un ritmo assolutamente probante invece nella seconda gara contro la formazione patavina che esordirà nel campionato Eccellenza il prossimo weekend a Prato. L’HBS Colorno si è battuto con determinazione contro i tuttineri ma con troppa indisciplina che alla fine è costata il pesante punteggio finale. La volontà dimostrata nel finale di gara e la buona condizione atletica sono spunti assolutamente positivi per lo staff tecnico per proseguire la preparazione al campionato. L’HBS Colorno si ritroverà lunedì prossimo al centro sportivo di Via Ferrari per la ripresa degli allenamenti collettivi. Prossimo impegno ufficiale l’ultima gara amichevole della formazione biancorossa di sabato prossimo 21 Settembre. Allo stadio del rugby di Cesena (FC) il Romagna RFC ospiterà la formazione di Mordacci e Falzone, calcio d’inizio alle ore 18.

HBS Colorno V Accademia Nazionale 14-17
Marcatori : 2° m Barbieri D. tr Silva F. (7-0); 8° m Agbasse tr Pasini (7-7); 12° m Ciju (7-12); 31° m Di Giulio (7-17); 37° m Borsi tr Corso (14-17).
HBS Colorno: Corso, Canni, Balocchi, Ilinca, Torrelli, Silva, Barbieri D., Franzoni, Modoni, Soliman, Borsi, Caprioli, Zanacca, Silva M., Palma (Entrati a partita in corso :Ruzzi, Squarza, Reverberi) all.Mordacci-Falzone
Accademia Nazionale (lista giocatori scesi in campo nelle due gare): Bigoni, Cantoni, Ciju, Cornelli, Cisse, Casini, Lucchin, Gabbianelli, Di Giulio, Chiappini, Daniele, D’Onofrio, Boccardo, Vento, Baruffato, Ruzza, De Santis, Agbasse, Boccarossa, Dallavalle, Archetti (cap), Baruffaldi, Zanetti, Ferro, Buonfiglio, Pasini, Parisotto. all.De Marigny-Prestera
La cronaca: Dopo una buona pressione iniziale è Corso ad intercettare un passaggio al largo dei federali -quest’oggi in verde- ed involarsi verso la linea di meta avversaria: l’ultimo difensore riesce a fermare l’estremo che ricicla per Barbieri che segna la facile meta. Ancora pericolosa la selezione nazionale con un ottimo spunto di Di Giulio che riesce a seminare un paio di placcatori ed innescare Agbasse per la facile meta in mezzo ai pali. Nuovamente efficace il veloce attacco degli accademici che prima difendono bene e poi colpiscono ancora con una meta al largo al 12esimo minuto. Azione fotocopia al 16esimo con ancora Di Giulio -in evidenza per le sue doti atletiche- che manca per poco l’ultimo passaggio. Difficoltà per i padroni di casa nel recuperare il possesso dell’ovale e risalire così il campo nei primi 20 minuti: difficoltà di handling invece per i ragazzi di De Marigny e Prestera che non sfruttano buone occasioni in attacco nonostante un Cantoni ispirato in regia. Dopo il water break i padroni di casa rientrano determinati e guadagnano terreno grazie ad un buon pacchetto di mischia: anche sui punti d’incontro riconquistano l’ovale al 27esimo neutralizzando gli ospiti fino al 31esimo. Al primo ingresso nei 22 dei secondi 20 minuti, dopo un fuorigioco della linea biancorossa, i federali giocano una mischia: l’ovale esce e raggiunge Di Giulio al largo che segna la terza meta. I colornesi reagiscono subito, andando in meta con un bel drive innescato da una touche nei 22 avversari. Una grande determinazione nel finale non basta ai ragazzi di Mordacci e Falzone che avrebbero il calcio per il pareggio ma preferiscono sempre giocare per il bersaglio grosso che purtroppo non arriva.

Petrarca Padova V Accademia Nazionale 26-0
Marcatori : 4° m Rossi tr Cerioni (7-0); 13° m Nostran tr Cerioni (14-0); 30° m Rossi (19-0); 40° m Casalini tr Cerioni (26-0);
Petrarca Padova : Cerioni, Rossi, Casalini, Bertetti, Di Giorgio, Marcato (33° Chillon), Soffiato (33° Francescato), Targa, Sarto, Nostran (27° Conforti), Mainardi, Berton, Caporello, Delfino, Cecchinato (31° Motolese) all.Moretti
La cronaca: Seconda sfida che parte subito col Petrarca ad imporre un grande ritmo, andando in meta nella prima azione multifase conclusa da una bella corsa dell’ala Rossi. Indisciplina da parte dei federali: i patavini vanno ripetutamente in touche innescando ottime maul avanzanti. Su una di queste al nono minuto D’Onofrio riceve un cartellino giallo dal direttore di gara. I giocatori di Moretti rimangono nei 22 fino al 12esimo minuto ma non capitalizzano la superiorità numerica: buona la mischia dei federali. Nuova touche e questa volta il drive dei tuttineri varca la linea di meta. L’arma migliore dei giovani dell’accademia di base a Parma rimane la mischia: i palloni conquistati grazie alla fase statica non permettono però ad Archetti e compagni di entrare nei 22 avversari durante i primi 20 minuti ben controllati dal Petrarca. Sfida più equilibrata nel secondo mini tempo. Una grande difesa dei ragazzi di De Marigny e Prestera sulla linea di meta non basta però al 30°: una lunghissima azione multifase del Petrarca trova la meta al largo dopo tanti “raccogli e vai” nella zona centrale. A 7 minuti dalla fine fa il suo ingresso in campo con la maglia del Petrarca Enrico Francescato, nipote del compianto Ivan a cui è intitolata proprio l’Accademia Nazionale. Buon gioco alla mano dei patavini che sfruttano tutta la profondità del campo con buone corse ed incroci mettendo nuovamente alla prova la difesa degli accademici che capitola ancora sull’ultimo attacco del Petrarca.

HBS Colorno V Petrarca Padova 0-26
Marcatori : 3° m Bellini tr Menniti-Ippolito (0-7); 14° m Nostran tr Menniti-Ippolito (0-14); 21° m Morsellino (0-19); 29° m tecnica tr Menniti-Ippolito (0-26);
HBS Colorno: Balocchi, Lauri, Pace, Galante, Terzi, Silva F., Dusi, Da Lisca (cap), Barbieri P., Rollo, Contini, Lopez, Tripodi, Sanfelici, Goegan (Entrati a partita in corso: Borsi, Canni, Corso, Marku) all.Mordacci-Falzone
Petrarca Padova: Jordaan, Morsellino, Chillon (37° Cerioni), Bellini, Innocenti, Menniti-Ippolito, Francescato, Targa, Conforti, Nostran, Mainardi, Tveraga (32° Berton), Mercanti, Novak, Staibano. all.Moretti
La cronaca: La terza ed ultima sfida parte col Petrarca subito in attacco a mettere pressione e conquistare territorio nei 22 del Colorno : al 4° minuto il Petrarca sblocca il risultato trovando un varco sull’ala sinistra con Bellini che supera la linea biancorossa e schiaccia l’ovale dietro ai pali. Prima mischia per Da Lisca e compagni al 7° minuto : dopo due reset gli ospiti riescono prima a riconquistare l’ovale e poi ottengono un fallo. Sulla touche successiva è brava la difesa del Colorno a riconquistare l’ovale placcando in modo efficace un avversario ben lanciato in velocità. Altra rimessa patavina nei 22 dei padroni di casa all’undicesimo ed è ancora indisciplinata la linea difensiva dei biancorossi. Il Petrarca batte velocemente il fallo ed innesca una maul che porta in meta Nostran. Risalgono il campo i giocatori di Mordacci e Falzone entrando nei 22 al 16esimo dopo una buona touche lanciata da Sanfelici. Buona pressione ma il possesso viene perso sul punto d’incontro col direttore di gara che sanziona il sostegno. Break di Morsellino al 18esimo, il trequarti patavino risale 40 metri di campo ma viene ben placcato sui 22: sulla fase successiva altro fallo in ruck contro il Colorno. Tanta l’indisciplina dei padroni di casa che capitolano nuovamente al largo col Petrarca che sfrutta la superiorità numerica con Morsellino. L’HBS Colorno guadagna terreno al piede all’inizio del secondo mini tempo e prova ad innescare i propri trequarti dopo una buona touche catturata da Rollo. E’ la mischia patavina a prendere il controllo delle fasi statiche e dare buoni possessi agli ospiti, non permettendo al Colorno di trovare ritmo e pericolosità in attacco. Tanta volontà nei padroni di casa che però di scontrano nuovamente contro il muro dei tuttineri innalzato al trentesimo sui 22 metri. Ancora pericoloso il XV di casa al 35esimo ma il drive avanzante viene sanzionato da Bertelli sul punto d’incontro appena dentro i 22. Niente da fare neanche a tempo scaduto dopo un’ottima azione multifase giocata a buon ritmo dai biancorossi molto determinati a trovare la meritata segnatura.

Arbitri: Bertelli ed Armantini F.(Federazione Italiana Rugby) Assistenti : Mezzetti ed Armantini G.(entrambi Federazione Italiana Rugby)
Calciatori: Silva F. (Colorno) 1/1, Corso (Colorno) 1/1, Pasini (Accademia Nazionale) 1/2, Cantoni (Accademia Nazionale) 0/1
Cerioni (Petrarca Padova) 3/4 , Menniti-Ippolito 3/4
Cartellini: al 10° della seconda sfida giallo D’Onofrio (Accademia Nazionale)
Note: Cielo coperto. Temperatura 26° .Terreno in buone condizioni. 400 spettatori. Il torneo si è sviluppato in tre gare da 40 minuti col Petrarca Padova ad aggiudicarsi questa prima edizione del trofeo Sostegno Ovale.
Migliore in campo: Di Giulio (Accademia Nazionale)