Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Eccellenza ai raggi X: Rovigo

vea femicz rovigo_2013-2014

Artefici di un mercato altisonante, in Polesine si punta decisamente al tricolore.

Rovigo

Sono i favoriti. Sulla carta sono i più forti, i più attrezzati, i più motivati. Un mercato sontuoso che ha portato in Polesine campioni affermati e giovani talenti. Una guida tecnica rinnovata in Frati e De Rossi che avrà l’ulteriore vantaggio di non dover gestire gli impegni di Challenge Cup. Tutti gli elementi fanno pensare a Rovigo come prossimo successore del Mogliano tricolore. Attenzione però alle insidie di una piazza tanto calorosa quanto esigente. Giocare da favoriti non è mai una passeggiata.

Punto forte:

Un triangolo allargato che può contare su Basson, Ngawini e Bortolussi non invoglia le squadre avversarie a calciare in profondità. Se ben innescati, possono contrattaccare e fare la differenza in ogni momento.

Punto debole:

Nonostante gli sforzi profusi dalla Società in sede di mercato, la squadra manca di qualche tassello in mischia. La squadra è leggermente sbilanciata a favore della linea arretrata.

La stella. Billy Ngawini

L’arrivo di Mirco Bergamasco ha riportato una stella vera nel campionato di Eccellenza. Nell’economia del gioco Ngawini ha forse un impatto maggiore. Considerato il lungo infortunio di Bergamasco la palma di uomo in più va al neozelandese, capace di aprire facilmente le difese e di contrattacchi micidiali.

La promessa: Giacomo Riedo

Seconda linea di 198 cm per 104 kg, classe 93, già membro dell’Accademia di Tirrenia. Proviene dalla vicina Badia. Un giocatore con doti interessanti in un ruolo che necessita di ricambio generazionale anche in chiave azzurra.

 Probabile formazione

 

Roan Mahoney Quaglio

 

Montauriol Maran

 

De Marchi Ferro Ruffolo

 

Calabrese Rodriguez

 

Bortolussi, Van Niekerk, Bergamasco, Ngawini

 

Basson

 

Voto: 8,5

 

Valerio Bardi