Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Firenze nella tana de L’Aquila

Emanuele Mené
Si va subito sul difficile. Primo impegno contro la blasonata L’Aquila in trasferta - Arb. Colantonio (Roma) ore 15.30 -  in un campo storico, lo Stadio Fattori, che vedrà impegnati i biancorossi contro una squadra appena retrocessa dal girone Eccellenza.

Prendono così il via questi otto mesi per inseguire l’unico posto disponibile nell’Eccellenza 2014/2015. Invariata la formula del campionato, con ventiquattro squadre divise in due gironi al termine della regular season, le prime tre classificate di Serie A1 e la prima classificata di Serie A2 accederanno alle semifinali play-off che si disputeranno con partite di andata e ritorno il 18 e 25 maggio per arrivare alla sfida in gara unica in campo neutro, domenica 1 giugno, per contendersi in titolo di Campione d’Italia di categoria e la promozione. Tre le squadre interessate ai play-out per la retrocessione in Serie A2 o direttamente in Serie B.

Fa il punto sul campionato Giulio Sordini, tecnico biancorosso. A seguire Emanuele Mené, nuovo arrivo nelle fila di Aeroporto Firenze Rugby, - mediano di mischia di qualità, provenienza Rieti classe ’87, 175 cm per 80 kg, con alle spalle importanti esperienze in giovanile con la Capitolina e che ha vestito in Top Ten la maglia neroverde de L’Aquila per tre stagioni - darà una valutazione del suo arrivo a Firenze e di questo primo match di campionato visto da un ex .

Giulio Sordini:” avremo un campionato quest’anno dove la maggior differenza con quello della passata stagione è che ci saranno tre retrocessioni, che speriamo non ci possano riguardare minimamente. Incontreremo cinque squadre che riteniamo più preparate, di un livello superiore al nostro. L’Aquila, i Lions Piacenza, il Recco che ha fatto la finale e sicuramente l’Accademia, una squadra che gioca. un rugby molto moderno è molto veloce. Da non sottovalutare anche il Verona e forse anche Colorno una squadra che fin da adesso si è dimostrata molto in forma. Il nostro obiettivo sarà quello di migliorare la classifica dell’anno scorso, il nostro ottavo posto. Spero con il mio team di migliorare questo risultato perché il nostro obiettivo è quello di crescere di anno in anno.”
“Ci sono delle partite che ritengo sicuramente alla nostra portata, - continua Sordini - ma non mi sento di enunciarle adesso per non fare brutta figura. Vorrei vincere almeno quattro partite su 11 per ogni girone. Con otto partite vinte siamo matematicamente oltre la salvezza. Non voglio dire ai miei ragazzi di puntare soltanto su quegli obiettivi abbordabili perché loro devono entrare in campo per vincere con tutte le squadre. Il rugby ci insegna che ogni partita è un capitolo a sé e possiamo vincere anche con le più grandi. L’anno scorso abbiamo sfiorato la vittoria contro il Recco che poi è la squadra che è andata a fare la finale play-off. Quest’anno forse con un team leggermente migliore dell’anno scorso e con la qualità di gioco che abbiamo acquisito con un anno di esperienza forse potremo fare meglio.”
“La cosa che mi preoccupa un po’ è la lunga sosta che avremo a gennaio di 40 giorni. Per quel periodo ci siamo promessi di fare almeno due amichevoli di buon livello. Penso ripeteremo il test con il Cus Genova ospitandoli a casa nostra, una squadra che si è dimostrata veramente buona e per noi è stato un test molto importante. L’altro sarà un test sicuramente con una squadra di livello pari al nostro o superiore, è solo così che si può migliorare. Se da un certo punto di vista potremo sicuramente recuperare gli infortunati dall’altro c’è da aspettarsi sicuramente un certo calo di tensione, 40 giorni di sosta è una cosa che non era mai successa. Noi siamo una squadra che normalmente va a regime nella seconda fase del campionato - conclude il tecnico biancorosso -  e anche quest’anno dovremo fare i conti con la lunga sosta estiva in cui i ragazzi non si sono preparati molto e dovranno anche assorbire il grosso carico di lavoro che abbiamo fatto in questo periodo pre-campionato. Quest’anno confido nella nostra linea arretrata di trequarti un reparto sicuramente di buon livello che soffrirà meno le squadre più preparate. Vedremo, ogni partita è una storia a sé mi auguro di raggiungere i gli obiettivi che ci siamo prefissati.”

Emanuele parlaci del tuo arrivo qui a Firenze:
“Mi è stata offerta l’opportunità professionale molto interessante di fare uno stage in Lega Calcio. È stato attraverso qualche amico del rugby qui di Firenze che sono entrato in contatto con i dirigenti della società, in particolare con Luciano Fortunati Rossi, che si è dimostrato subito una persona eccezionale e molto disponibile. La società mi sta aiutando moltissimo, ho trovato un club che è veramente come una famiglia. Devo ringraziare anche Elisabetta Mancini che sta dimostrando per me una disponibilità incredibile nel cercare casa. Le mie impressioni sono ottime, è veramente un gruppo di ragazzi che mi hanno accolto benissimo e poi sono tutti di Firenze. Non è facile trovare una squadra di Serie A1 dove i giocatori sono tutti giovani e quasi tutti del luogo, a parte qualcuno che mi hanno detto che sta qui da 10 anni. È un fattore molto molto importante in una società soprattutto in uno sport come il rugby questo fa la differenza. Con queste caratteristiche riesci spesso a diminuire il gap magari con una squadra più forte, grazie all’affiatamento e all’unione del gruppo. Sono rimasto colpito molto positivamente in questa prima settimana di allenamenti. Allenatore mi sembra una persona molto in gamba e sicuramente anche molto simpatico.”

Ci apprestiamo ad affrontare una tua ex squadra in campionato cosa ci puoi dire in merito.
“Non so se giocherò. Ma sarebbe per me un onore giocare in un campo come il Fattori de L’Aquila, in una città di quelle storiche del rugby italiano. Uno stadio che ogni volta che ci ho giocato mi ha sempre dato forti emozioni e troveremo tanti miei ex compagni che ancora sono lì con i quali ho condiviso tante emozioni. Spero di vivere anche qui a Firenze quello che ho vissuto in tre anni a L’Aquila. È stato un periodo eccezionale nel quale ho conosciuto persone incredibili, spero anche qui a Firenze di riuscire a fare la stessa cosa. Domani sarà molto dura li affrontiamo in casa nella prima giornata di campionato. Sarà veramente dura ma ce la metteremo tutta, per me se potrò giocare sarà veramente un onore.”
Si ricorda che da domani sarà possibile seguire risultati e dirette radio per le partite in casa, su Radio Rosa FM 90.400 per Firenze o in streaming QUI -www.radiorosa.it
Calendario Serie A1 2013/2014
1 06/10/2013 15:30    L’Aquila Rugby 1936 – Aeroporto Firenze Rugby
2 13/10/2013 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – Accademia Nazionale I. Francescato
3 20/10/2013 15:30    Rugby Colorno FC – Aeroporto Firenze Rugby
4 27/10/2013 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – Santa Margherita Valpolicella
5 03/11/2013 14:30    Rubano Rugby – Aeroporto Firenze Rugby
6 10/11/2013 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – ASD Rugby Lyons
7 17/11/2013 14:30    Franklin & Marshall CUS Verona – Aeroporto Firenze Rugby
8 01/12/2013 14:30    Pro Recco Rugby – Aeroporto Firenze Rugby
9 08/12/2013 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – ASD Rugby Udine 1928
10 15/12/2013 14:30    Romagna RFC – Aeroporto Firenze Rugby
11 22/12/2013 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – R. Banco di Brescia
12 02/02/2014 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – L\’Aquila Rugby 1936
13 09/02/2014 14:30    Accademia Nazionale I. Francescato – Aeroporto Firenze Rugby
14 16/02/2014 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – Rugby Colorno FC
15 02/03/2014 14:30    Santa Margherita Valpolicella – Aeroporto Firenze Rugby
16 09/03/2014 14:30    Aeroporto Firenze Rugby – Rubano Rugby
17 23/03/2014 14:30    ASD Rugby Lyons – Aeroporto Firenze Rugby
18 30/03/2014 15:30    Aeroporto Firenze Rugby – Franklin & Marshall CUS Verona
19 06/04/2014 15:30    Aeroporto Firenze Rugby – Pro Recco Rugby
20 13/04/2014 15:30    ASD Rugby Udine 1928 – Aeroporto Firenze Rugby
21 27/04/2014 15:30    Aeroporto Firenze Rugby – Romagna RFC
22 04/05/2014 15:30    R. Banco di Brescia  - Aeroporto Firenze Rugby