Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Firenze torna da Rubano con un carico di amarezza

banner-ufficiostampa
Domenica deludente per Aeroporto Firenze. La classifica dei fiorentini non si smuove a causa del KO esterno a Rubano.  Di seguito i commenti dello staff fiorentino al match in terra padovana:
In quella che poteva essere la giornata del rilancio in classifica, contro un’avversaria diretta concorrente alla salvezza, i ragazzi di Sordini e Segundo hanno sfoderato la peggiore prova dall’inizio del campionato. La sconfitta è pesante nel punteggio, ma soprattutto il modo in cui è stata colta. Concentrazione, disciplina, determinazione tutti elementi che sono mancati all’appello oggi ai biancorossi in una partita da dimenticare. Poco da dire sull’andamento della gara, una prova incolore su tutti i fronti e che grida un pronto riscatto. Ora c’è da voltare velocemente pagina, starà ai tecnici scegliere la strada giusta, ma la prossima partita in casa contro i Lyons Piacenza incombe e la squadra ha bisogno di reagire e di punti preziosi. Se in testa alla classifica si sta già delineando una gerarchia si ha invece l’impressione che la lotta per la salvezza quest’anno sarà veramente lunga e all’ultimo sangue. Una lotta che vincerà chi non regala niente agli avversari, sbaglia meno, non si concede cali di tensione e ha voglia di lottare umilmente fino alla fine.
Amareggiato il presidente biancorosso Giacomo Lucibello: “Questa si presentava sicuramente come una partita difficile, ma che affrontavamo con grandi speranze vista anche l’ottima prova della scorsa domenica con il Valpolicella. Purtroppo si è rivelata una partita che abbiamo affrontato sin dal primo minuto senza cuore. È la prima volta che mi trovo così disarmato di fronte ad una sconfitta, una circostanza sempre negativa ma dove in altre occasioni l’abbiamo comunque vissuta come un nostro momento di crescita. È una partita dalla quale dobbiamo ripartire, che servirà da lezione ai nostri giovani, e ne abbiamo tanti, e che sicuramente ci rilancerà già da domenica prossima nel nostro impegno casalingo contro il Piacenza. Lo voglio considerare soltanto come un brutto stop, in un momento che può diventare difficile ma non ho dubbi che ci risolleveremo in fretta.”
Anche Sordini esprime tutta la sua delusione: “Oggi non abbiamo affrontato la gara con il giusto approccio per una partita di questo tipo. È mancata la voglia di lottare e sui punti d’incontro siamo stati sempre perdenti. Si è anche ripresentato con forza un nostro punto dolente, l’indisciplina che ci ha costretti a giocare 30 minuti del primo tempo in inferiorità numerica e addirittura nel secondo abbiamo avuto un rosso. Faccio un mea culpa per aver preparato questa partita con un allenamento improntato in maggioranza sulla preparazione atletica mentre avremmo dovuto insistere di più su quello dell’approccio alla gara. Sicuramente ci sarà un cambiamento di rotta in questo senso e anche sulle scelte dell’organico dovrò prendere delle decisioni.”
Ufficio Stampa Aeroporto Firenze Rugby