Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Grosseto di forza sull’Isolotto

1458504_768878666472009_478098692_n

Il Grosseto rugby club ritrova risultato e gioco a Scandicci, infliggendo un perentorio 36 a 12 all’Isol8. Che peraltro la prende male e dà un brutto spettacolo, prima con un fallaccio che scatena la rissa, con tre giocatori di casa e uno del Grosseto che rimediano l’espulsione temporanea, e poi non partecipando al terzo tempo con gli ospiti. Violando così una regola sacra del rugby.

Sul campo i biancorossi allenati da Graziosi hanno ritrovato il sorriso esibendo la consueta prova di forza con la mischia, segnando quattro mete con uno scatenato Guidarini a suo agio nel ruolo di secondo centro, e una con la terza linea Michele Buono. Ma la nota più positiva è che con l’inserimento di Germinario all’apertura, lo spostamento di Guidarini a secondo centro e di Santi Laurini all’estremo, sembrano definitivamente risolti i problemi di assetto della linea arretrata. Finalmente efficace nella trasmissione di palla e nell’assetto tattico, con Germinario cecchino nei calci piazzati.

La partita è stata di fatto un monologo biancorosso, caratterizzato da belle giocate e un’esuberante prova di Guidarini, man of the match imprendibile per la difesa dei fiorentini.

Il Grosseto passa subito in vantaggio con il centro grossetano che infila la difesa azzurra dopo pochi minuti, Germinario trasforma. Poco dopo l’apertura biancorossa capitalizza una punizione e porta il Grosseto sul 10 a 0. I padroni di casa reagiscono e vanno in meta con l’ala che evita la linea difensiva ospite, lenta a portare pressione dopo un calcio di liberazione male eseguito.

Il Grosseto è però padrone dei propri mezzi e continua a macinare gioco, con la mischia che scarretta il pack avversario in giro per il campo e s’impone nei punti d’incontro. Arriva di conseguenza la seconda meta, con Guidarini lanciato da una perfetta trasmissione di palla mediano-apertura-primo centro. Il trequarti grossetano aggira in velocità il proprio diretto avversario e l’ala, andando a segnare dietro ai pali. Nell’occasione l’ultimo uomo dell’isol8 entra in scivolata a gamba tesa in area di meta, rifilando un pestone nelle costole di Guidarini che sta schiacciando la palla. Scatta subito una rissa nella quale i padroni di casa si distinguono per scorrettezze. L’arbitro espelle per dieci minuti tre giocatori dei padroni di casa e uno ospite. Germinario trasforma, e il primo tempo si chiude sul 17 a 7 per i biancorossi.

Nella seconda frazione il Grosseto mette subito in cassaforte la partita con un uno-due dell’elettrico Guidarini, che vendica nel migliore dei modi il fallaccio subito. Segna la prima battendo il proprio avversario diretto e schiacciando in mezzo ai pali. Germinario trasforma in scioltezza. La seconda nasce dalla prontezza a sfruttare una cattiva trasmissione della linea dei trequarti fiorentini che perdono palla. Guidarini monta velocemente e calcia a seguire il pallone vagante, andando a segnare non lontano dalla bandierina. Germinario infila la trasformazione da posizione angolata. A una decina di minuti dalla fine, la terza ala Michele Buono segna di forza una meta dopo un bel pick and go scaturito da una ruck avanzante biancorossa. Germinario sbaglia il primo calcio su cinque. L’incontro si chiude all’ultimo minuto con una meta dei padroni di casa, che approfittano dell’appagamento del Grosseto.

Appendice velenosa e non degna dei valori che il rugby rappresenta. Nel dopo partita i padroni di casa non prendono parte al terzo tempo lasciando soli gli ospiti.

 

FORMAZIONE: Schiano, Betocchi, Comandi, Mutti, Zampieri, M. Buono, Bassanelli, Lamioni, Papini, Germinario, A. Buono, Armentaro, Guidarini, Addonizio, Santi Laurini. Riserve: Totino, Augeri, Addis, Ferraro.

 

Max Frascino