Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Le Fiamme Oro ospitano il Petrarca

CAMPIONATO ECCELLENZA

Con la vittoria di domenica scorsa in trasferta a Reggio Emilia le Fiamme hanno allontanato lo spettro dell’ultimo posto in classifica, portandosi a quota 8, con due punti di vantaggio sulla Lazio e a tre dalla settima piazza occupata dal San Donà.

Dopo i quattro punti conquistati in terra emiliana, le Fiamme sono chiamate subito ad un impegno difficile, infatti domenica alle 15, sul sintetico di Ponte Galeria arriverà il Petrarca, capolista del campionato.

Quello contro i veneti è da sempre un match particolare per il XV della Polizia di Stato che proprio a Padova vide i suoi natali nel 1955 e proprio lì vinse ben cinque scudetti. Una sorta di derby, dunque, per i Cremisi, ma anche per Pasquale Presutti, che con la società padovana vinse uno storico scudetto contro il Rovigo nel 2011 al Battaglini, e per alcuni giocatori che in quell’occasione giocarono con la maglia rossoblu, come Andrea Bacchetti, da quest’anno alle Fiamme.

La scorsa stagione vide il XV allenato da Andrea Moretti imporsi sia al “Gelsomini” che alla “Guizza”.

“Per me – ha detto il coach delle Fiamme – quello contro il Petrarca è sempre un match particolare dal punto di vista dei sentimenti. Domenica sarà una partita difficile perché loro vengono da un ottimo inizio di stagione. Ma, e lo ripeto per l’ennesima volta, per noi quest’anno non esistono partite facili”.

Coach Presutti non annuncia novità particolari nella formazione che domenica affronterà i veneti e conferma il XV vittorioso di Reggio Emilia. I dubbi, che l’allenatore scioglierà non prima della rifinitura di sabato, sono legati alle condizioni fisiche di alcuni giocatori, come il pilone Mirko Pettinari, l’ala Andrea Bacchetti e il numero 15 Guido Barion. Ancora indisponibili capitan Giuseppe Cerqua e il flanker Lorenzo Favaro

Arbitrerà l’incontro, con inizio alle 15, il signor Liperini di Livorno.

 

La probabile formazione

Naka, Vicerè, Pettinari (Di Stefano), Sutto, Mammana, Zitelli, Vedrani, Balsemin, Canna, Benetti, Sepe, Massaro, Sapuppo, Valcastelli, Gasparini