Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Mugello sempre il solito cliché

copertina_serie_c

Mugello - contro Treviso o contro Under 8 sempre stesso scarto di punteggio e regalare punti.

Oramai sembra un cliché destinato a segnare tutto il campionato in tutte le partite del Mugello, si parte con motore Diesel e si arriva in fondo partita con la vittoria ma sempre con risultati da infarto per il tecnico Orsecci, “purtroppo ci si adatta sempre al ritmo e al gioco avversario e ci vuole sempre un tempo poi per imporre il nostro gioco, che già si rende difficile con i campi pesanti che troviamo”.

Comunque bella gara con il Chianciano che si è dimostrata ancora una volta una compagine in crescita sia tecnicamente che di organizzazione societaria,

La partita; Mugello in vantaggio con un C.P. dopo pochi minuti per un tenuto del Chianciano, pareggio a metà del tempo con altro C.P. dei Locali e finisce il primo tempo.

Nel secondo dopo le urla sentite anche da Arezzo per via del vento di Orsecci, il Mugello comincia a fare ritmo e va in vantaggio con un c.p., nel momento migliore del Mugello da una moul difesa male il Chianciano va in meta e trasforma portando il risultato sul 10 a 6 a 15 minuti dalla fine dopo aver sbagliato almeno due mete e a frutto della pressione nella metà campo del Chianciano un intercetto porta in meta il Mugello trasformando, a pochi minuti dalla fine altro C.P.che fissa il risultato finale per il Mugello sul 16 a 10.

Formazione: De Nicolò, Calabrese, Baracchi,Sini,Belli,Marrapese(55′Mattera),Trifu(75′Rosellini),Franci,Signorini,Vigiani,Pikula(55′Innocenti),Manfuso(45′Monaci),Modi,Giuliattini, a disposizione Mercatali, allenatore Orsecci.

 

Adesso due settimane di sosta e poi due partite importanti quella in casa con l’Empoli e fuori con gli Arieti che stanno macinando vittorie , avversarie uniche che hanno battuto il Mugello e che possono dare una svolta al campionato, dove potrebbe arrivare un terzo incomodo come il Siena cresciuto in modo esplosivo e meno male che il Mugello ha già avuto lo scontro diretto.