Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Serie C2: I Lions Salviano puntano al primato

fir_FederazioneItalianaRugby_1250688016
E' ghiotta l'opportunità di restare soli in vetta alla classifica. I Lions Salviano Livorno, che attualmente condividono il primato con l'Union Tirreno cadetto, possono spiccare il volo. I ragazzi di Bertolini e Cannavò, alle 14,30 di domenica saranno di scena al 'Venturelli' di Piombino, contro il Rufus (terz'ultimo e oggettivamente meno dotato rispetto alle squadre di prima fascia). In contemporanea l'Union Tirreno cadetto renderà visita al Bellaria Pontedera, formazione che, senza la pesante penalizzazione di 8 punti inflitta per il mancato allestimento nella scorsa annata delle squadre giovanili obbligatorie, sarebbe a sole 2 lunghezze dalla coppia di testa. Morbida appare la gara casalinga del Cus Pisa (terzo con 4 punti in meno rispetto alle prime 2) con il fanalino di coda Valdinievole. Insomma, questa quarta di ritorno della C2 toscana, girone ovest, potrebbe cambiare in modo vistoso la situazione nella parte alta della graduatoria. I Lions Salviano, sul terreno del Rufus, si possono presentare al gran completo. 29 sono gli elementi a disposizione. Di questi, 'solo' 22 potranno andare a referto (15 in campo e 7 in panchina). Insomma, per i due tecnici labronici sussistono gradevoli problemi di abbondanza. Il Rufus merita rispetto. Vincere a Piombino non sarà una semplice passeggiata. Ma sfruttando le doti a disposizione, ripetendosi sui livelli espressi nelle precedenti uscite, i Lions Salviano possono strappare l'intera posta e festeggiare la vetta solitaria. Una situazione impensabile ad inizio stagione. Questa squadra – non finiremo mai di sottolinearlo – sta bruciando le tappe. Dopo aver raccolto in estate l'eredità del vecchio Carli Salviano (secondo in C3 nella scorsa stagione), la squadra labronica ha conquistato ben presto le posizioni migliori della classifica, con il suo gioco concreto ed efficace. Il roster è andato, a campionato in corso, a rafforzarsi con tanti elementi che hanno deciso di riprendere l'attività. E poi si sa, l'appetito vien mangiando...