Benvenuti sul nuovo www.toscanarugby.it

Zebre: esordio amaro con lo Stade Toulousian

essai de Yoann Huget

Stade Toulousain Vs Zebre 38-5  (p.t.  24-0)

Marcatori:  p.t.  12‘ m Huget tr Bezy (7-0);  18‘ m Lamboley (12-0); 22‘ m Huget (17-0); 35‘ m Medard tr Bezy (24-0);   s.t 4 m Medard tr Bezy (31-0);  6‘ m Berryman (31-5); 18‘ m Nyanga tr Barraque (38-5)

Stade Toulousain: Piontrenaud, Huget (5’ s.t. Gear), Fritz (cap), David (36’ s.t. Doussain), Medard, Barraque, Bexy, Galan, Nyanga (1’ s.t. Picamoles), Lamboley (1’s.t. Dusautoir),, Tekori (1’ s.t. Albacete), Millo-Chluski, Montes (27’ Johnston, 37’ Montes, 24’ s.t Johnston), Tolofua (31’ Ralepelle), Steenkamp (18’ s.t. Ferreira). All.Novés

Zebre: Trevisan, Toniolatti, Ratuvou, Garcia (20’ Quartaroli), Berryman, Iannone, Leonard (16’ s.t. Chillon); Vunisa, Van Schalkwyk ( 22‘s.t. Cristiano), Bergamasco, Bortolami (cap) (14‘ s.t. Caffini), Van Vuren (27’ s.t. Orquera), Fazzari (1’ s.t.Chistolini), Giazzon (37’ D’Apice), Perugini (1’ s.t.Aguero) (Orquera) All.Cavinato

Arbitro:  Luke Pearce (Rugby Football Union) Assistenti:  Martin Fox e Stuart Terhegge(entrambi Rugby Football Union) TMO: David Grashoff

Calciatori: Bezy (Stade Toulousain) 3/5, Barraque (Stade Toulousain) 1/1, Iannone (Zebre) 0/2

Note: Cielo sereno. Temperatura 10° .Terreno in buone condizioni. Spettatori 12008.

Heineken Cup man of the match: David (Stade Toulousain)

Commento: Le Zebre si presentano subito con carattere: i bianconeri giocano stabilmente i primi 10 minuti nella metacampo dei francesi non capitalizzando una buona occasione d’attacco multifase ed un piazzato di Iannone. L’inerzia della sfida passa però in mano ai padroni di casa che sono invece bravi a capitalizzare e segnare tre mete nelle loro prime tre opportunità dimostrando tutto il loro potenziale offensivo. Grande ritmo nei primi 20 minuti di gioco da entrambe le parti. I francesi spingono ancora sull’acceleratore trovando la meta del bonus a ridosso del riposo con un veloce contrattacco. La franchigia federale nel primo tempo riceve diversi falli a favore in ruck ma non riesce a sfruttare le 3 rimesse lanciate nei 22 avversari per sbloccare il proprio tabellino. Zebre nuovamente attive in attacco all’inizio della ripresa ma ancora colpite in contrattacco dai padroni di casa. Bella reazione dei bianconeri che vanno in meta con Berryman bravo a schiacciare l’ovale con un gesto tecnico personale applaudito da tutto lo stadio di Tolosa. Lo Stade Toulousain continua a spingere coi propri veloci trequarti che trovano la sesta meta con un break centrale. Poco dopo le Zebre non riescono a segnare punti dopo la pressione prodotta da diverse touche ai 5 metri consecutive frutto dell’indisciplina rossonera. Grande intensità durante tutta la sfida con i venti minuti finali dove le Zebre hanno mostrato una buona difesa insieme alla consueta volontà di attaccare. Lo sforzo di entrambi i reparti non è però bastato per segnare la seconda meta della serata.

La cronaca: Le  Zebre  -in maglia gialla questa sera- recuperano il loro calcio d’inizio e si portano in avanti in una pericolosa azione multifase: Garcia trova Van Schalkwyk sull’ala con un calcetto. Gli avanti bianconeri spingono e tengono vivo l’attacco oltre ai 2 minuti. L’azione si sposta al centro dove un passaggio al largo viene quasi intercettato da Pointrenaud. L’arbitro torna su un fuorigioco e le Zebre decidono di andare per la touche ai 5 metri: difficoltà nel catturare l’ovale che finisce nelle mani del sudafricano Steenkamp che commette in avanti. Prima mischia al 5 minuto: dopo un paio di reset esce l’ovale; Iannone cerca con un calcetto Van Vuren al largo ma la sua pedata finisce direttamente fuori dal campo. Bianconeri ancora padroni del possesso nuovamente in attacco all’ottavo quando il giovane fischietto inglese Pearce concede il secondo piazzato ai bianconeri che decidono di piazzare: Iannone non centra i pali. Fallo contro le Zebre e Tolosa riesce a trovare una touche in attacco ed entrare nei 22 italiani. La fase offensiva continua con diverse fasi prima che Huget trovi la meta al largo sfruttando la superiorità di maglie rossonere. I francesi prendono ritmo e territorialità rendendosi nuovamente pericolosi arrivando alla seconda segnatura convalidata dopo la collaborazione del TMO. E’ ancora Huget ad andare in meta poco dopo sfruttando un’azione in velocità dei compagni. Le Zebre -incitate dal mediano Leonard che sprona i suoi ad avanzare- vanno in rimessa laterale in attacco ma non riescono a catturare il lancio permettendo un rapido contrattacco ai francesi abili a risalire il campo con Johnston e Bezy. Il mediano innesca Medard sulla linea laterale per la meta del bonus al 35esimo. Lo stesso Bezy trasforma per il 24-0 della prima frazione.

Diversi cambi nell’intervallo e seconda frazione che parte con un nuovo fallo in ruck contro i francesi. Zebre provano a risalire il campo con l’attivo Berryman e poi con una bella azione personale di Iannone che prima trova Trevisan in velocità, poi sventaglia dal lato opposto dove però Van Schalkwyk non riesce a recuperare il pallone in volo, commettendo in avanti. L’ovale esce velocemente dalla mischia ed i trequarti rossoneri riescono a trovare buone mani e velocità per essere pericolosi sull’altro lato del campo andando in meta con Medard bravo a raccogliere il suo calcio in avanti contrastato da Berryman. Il neozelandese però si rifà subito dopo andando in meta sull’azione successiva: ottimo Vunisa a strappare metri e a trovare al largo l’ala ex Cavalieri Prato bravo a schiacciare l’ovale in volo con il corpo praticamente fuori dal campo. Le Zebre difendono ottimamente nei loro 22 guadagnando terreno al 50esimo ma la linea difensiva bianconera viene però perforata nell’azione successiva da Nyanga servito da Fritz. Zebre in attacco col nuovo entrato Chillon a dare ritmo all’azione: Iannone prova nuovamente il calcetto al largo che però viene ricalciato in touche dai padroni di casa. D’Apice trova Vunisa: il drive della franchigia federale avanza ma poi crolla. L’ovale torna in mano a Chillon che lo smista prima da una parte e poi dall’altra dell’attacco. L’azione termina con un tenuto a favore. Azione fotocopia poco dopo col drive che arriva fino ai 5 metri ma questa volta il tenuto è fischiato a Chistolini. Ancora Zebre pericolose al 73esimo con altre due penalità calciate in rimessa laterale: sulla seconda Caffini elude i saltatori avversari ma la maul non riesce a varcare la linea di meta.

Le interviste dagli spogliatoi: 

Il team manager delle Zebre Fabio Ongaro :”E’ stata una partita positiva dove abbiamo provato a giocare facendo errori ma con l’attitudine giusta. Tolosa ha confermato di essere una delle tre migliori d’Europa. Siamo stati bravi a non mollare dopo il 24-0 del primo tempo tornando fuori senza nulla da perdere contro una formazione che non ha mai alzato il piede dall’acceleratore in cerca di importanti mete per la classifica della Pool. Qualche errore di troppo sulle nostre rimesse offensive dove abbiamo purtroppo perso il possesso in un paio di episodi che hanno poi portato a mete avversarie”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche l’head coach Andrea Cavinato :”La voglia di giocare della squadra è stata assolutamente positiva. Se qualcuno dirà che siamo venuti per difendere e limitare il passivo si sbaglia: abbiamo sempre provato a giocare. Ci sono stati errori nell’uno contro uno e in difesa a volte siamo stati un poco veloci ed aggressivi a cospetto dei leader del campionato francese; una delle dieci formazioni migliori al mondo. Mi ha molto più preoccupato la sconfitta di Newport della settimana scorsa. Questa sera bisogna vedere il bicchiere mezzo pieno ed essere costruttivi”.

Serata speciale per Salvatore Perugini che è tornato allo Stadio Wallon contro la formazione dove ha giocato per tre stagioni perdendo una Heineken Cup in finale contro Munster: “E’ stato un piacere ritrovare alcuni amici qui. E’ stata una partita difficile, lo sapevamo. Comunque abbiamo fatto il nostro meglio continuando a crescere come stiamo facendo da inizio stagione. Questo è l’aspetto positivo insieme al fatot che riuciamo a segnare in tutte le partite.

Le Zebre faranno ritorno domani in Italia e si ritroveranno alla Cittadella del Rugby di Parma lunedì 14 Ottobre per preparare il secondo turno della Heineken Cup previsto per sabato prossimo 20 Ottobre.  Alle ore 14.35 allo Stadio XXV Aprile di Parma i bianconeri ospiteranno gli irlandesi del Connacht nella Pool 3. Dopo il 17-23 di Galway, in classifica dopo il primo turno guida lo Stade Toulousain a 5, Saracens a 4, Connacht a 1 e Zebre a 0.